Marketing di Natale negli spot pubblicitari

Marketing di Natale negli spot pubblicitari

Marketing di Natale negli spot pubblicitari

Marketing di Natale negli spot pubblicitari

Marketing di Natale negli spot pubblicitari

Marketing di Natale negli spot pubblicitari

Marketing di Natale negli spot pubblicitari

Marketing di Natale negli spot pubblicitari

Marketing di Natale negli spot pubblicitari

Marketing di Natale negli spot pubblicitari

Con l’arrivo di dicembre arriva anche il nostro abitudinario resoconto sugli spot pubblicitari Natalizi delle aziende più conosciute. Chi non adora gli spot natalizi che ci scaldano il cuore durante le feste? Il 2023 non fa eccezione, con i soliti big (e meno big) che sfoggiano i loro migliori annunci per conquistare i nostri sentimenti e attirare la nostra attenzione. Da Coca Cola ad Amazon, da Disney a LEGO e perfino Lidl, le pubblicità natalizie diventano una sorta di rituale annuale, una tradizione che non possiamo ignorare e che – piccolo spoiler – ha un finale a sorpresa in un pub irlandese…

Vendere emozioni

Cosa rende così speciali questi contenuti creativi? Non si tratta solo di vendere un prodotto o un servizio; questi annunci sono delle piccole opere d’arte che si concentrano sull’emozione e sulla nostalgia. Coca Cola, ad esempio, ha una storia lunga decenni di spot natalizi che evocano un senso di comunità e di gioia condivisa. Basti pensare alla mitica pubblicità con l’arrivo di Babbo Natale che beve una Coca Cola o la “magica armonia” degli anni Ottanta. 

Ma perché, ancora oggi, le grandi aziende investono così tanto nelle pubblicità natalizie? Perché il Natale si conferma una “vetrina” temporale incredibile. È il momento in cui le persone sono più propense a spendere, a fare regali e a creare legami emotivi con i brand. Questo è il cuore del marketing natalizio: creare connessioni attraverso la narrativa e le emozioni. Non si tratta solo di vendere un prodotto, ma di raccontare una storia che colpisca il cuore delle persone. Come quelle che ci leggevano i nonni di fronte al camino.

Solo che queste possiamo sponsorizzarle su Youtube 🙂

La brand awarness a Natale 

Ogni spot natalizio è un’opportunità per l’azienda di rafforzare la propria identità di marca. Si prenda Amazon, che spesso gioca sul tema della generosità e della comodità nel fare acquisti durante le festività. O Apple, che tende a concentrarsi sull’innovazione e sulla magia della stagione. LEGO e Lidl, invece, sfruttano la creatività e l’importanza della condivisione familiare.

La forza di questi spot non risiede solo nella loro bellezza visiva o nelle storie che ci emozionano, ma anche nella loro capacità di entrare nelle menti e nei cuori delle persone. Quando vediamo il prodotto pubblicizzato nel contesto natalizio, alla mente riaffiora l’atmosfera accogliente e rassicurante di quegli spot. E questo invita all’acquisto.

Ecco perché gli spot natalizi rappresentano un investimento strategico per i brand: non solo consolidano la loro presenza sul mercato durante una delle stagioni più cruciali dell’anno, ma costruiscono anche una connessione emotiva con i consumatori con  l’obiettivo di essere duratura. Il Natale diventa così un momento in cui i brand possono davvero usare la creatività per brillare, distinguendosi dalla concorrenza e lasciando un’impronta indelebile nelle menti delle persone.

Alcuni spot di Natale 2023

Abbiamo selezionato per voi alcuni spot realizzati per questo Natale dalle grandi aziende precedentemente citate. (Piccolo spoiler… alla fine c’è un vincitore inaspettato!)

Coca-Cola

Non potevamo che iniziare con l’azienda che più di tutte ha legato il suo nome al Natale! “Il mondo ha bisogno di più Babbi Natale”: questa è l’idea su cui Coca-Cola ha costruito il suo nuovo spot per il Natale 2023, ideato da OpenX. Immaginatevi una città in cui ogni persona è un Babbo Natale che fa cose normali, ciascuno preso dai suoi impegni: c’è chi è in palestra, chi chiama un taxi, chi cena al ristorante, chi fa la lavatrice,… Attività quotidiane ma in cui tutti sono pronti ad aiutare e sostenere gli altri: il risultato è un microcosmo pieno di gentilezza. Alla fine dello spot si comprende che la rappresentazione è in realtà la proiezione del “Babbo Natale interiore” di ciascuno di noi, il nostro emblema di generosità e buona volontà. A questo spot pubblicitario si collegano tante attività di marketing e brand awarness come, per esempio in Italia, il quiz “Il mondo ha bisogno del Babbo Natale che è in te”, disponibile sul sito di Coca-Cola e sulla app.

LEGO

Cosa ci fanno Olaf, il maestro Jedi Yoda e un drago volante colorato sulla neve? LEGO inscena una fantastica battaglia di neve, dove nuove e vecchie generazioni si duellano in uno scontro epico. Tutto questo in una costruzione geniale di soli 30 secondi! 

Disney

Varie scene ambientate in luoghi diversi del mondo mostrano famiglie e persone di culture e tradizioni diverse, che hanno però in comune la voglia irrefrenabile di far avverare un preciso desiderio: quello di abbracciare i propri cari in occasione delle festività natalizie. In generale, la tematica del sogno si collega anche a un’idea di fiducia nel futuro, enfatizzata da precise frasi del brano musicale ripreso da Cenerentola, che indicano come dimenticare i problemi del presente e sperare in un domani migliore. Un cortometraggio pubblicitario, della durata di un minuto e mezzo circa, che racconta «il desiderio universale di stare insieme ai propri cari durante le feste» per promuovere la tenacia in ognuno di noi di poter realizzare i propri sogni.

Lidl

Lidl è noto per la sua creatività e per la messa in scena di annunci pubblicitari che possono essere sia umoristici che commoventi, cercando di connettersi emotivamente con il pubblico. Modus operandi che si conferma anche per la realizzazione dello spot di Natale 2023, dove il protagonista è un Procione che riesce a salvare l’atmosfera natalizia di una famiglia. 

L’azienda GDO  utilizza i suoi spot natalizi per promuovere non solo i prodotti offerti, ma anche i valori di comunità e di condivisione, sfruttando l’atmosfera festosa per creare un legame con i consumatori. Lidl ha puntato sulla rappresentazione di momenti autentici ma normali, in cui tutti possiamo identificarci, sottolineando l’importanza della condivisione e dell’unione durante il periodo natalizio.

Amazon

Ancora una volta Amazon ricorda l’importanza di regalare momenti felici alle persone care, ovviamente possibile grazie alla velocità di acquisto e ricezione ordine che offre.

Uno spot di 60 secondi,  “Joy Ride“, in cui tre simpatiche donne anziane sono sedute all’aperto su una panchina. Guardano bambini e ragazzi che scendono con lo slittino da una collina, una scena che sembra ricordare loro gli anni più giovani. Ed è qui che l’abile Amazon piazza il suo marketplace! Sullo sfondo l’iconica hit dei Beatles, “In My Life”, aiuta a coniugare i due temi creativi della gioia e della nostalgia.

Lo spot migliore di Natale 2023

Un cagnolino, un signore anziano e 800 Euro: è la pubblicità realizzata dal Charlie’s Bar, un pub storico di Enniskillen in Irlanda del Nord che il Guardian ha già definito “Lo spot di Natale più bello dell’anno”. Il filmato girato con Iphone ritrae un signore anziano che si ritrova solo a Natale. La storia che sembra piuttosto triste e malinconica ha però un lieto fine quando il protagonista, Martin McManus, entra nel Pub e fa la conoscenza di un simpatico cagnolino… non vi sveliamo altro, guardatelo! È la prova che, grazie al Digitale, anche una piccola realtà locale può promuoversi al livello dei grandi brand. O quasi 😉 

Che ne dite di questa classifica? Vi piace? Trovate delle differenze nelle pubblicità dell’anno scorso? 

Vi auguriamo un sereno Natale! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *